ARMONIA ED EQUILIBRIO CON IL MOVIMENTO DANZANTE ARMONICO (Mo.D.a) : il rapporto dell’uomo con se stesso di Paola Assunta Buccarella

images

Muoversi armoniosamente è attributo indispensabile alla bellezza: è il movimento che plasma il corpo e ne determina lo sviluppo e la crescita. Ma anche lo sviluppo psichico, il senso dello spazio e del tempo dipendono da un corretto e costante esercizio di muscoli, tendini e articolazioni

Secondo un’antica definizione, mai smentita dai progressi delle scienze:

la vita è movimento”.

Un bimbo nel grembo della madre compie già una serie di movimenti sia delle singole parti che di tutto il corpo e dalla nascita in poi, istintivamente, associamo l’idea di salute con quella del movimento: se un bimbo si muove poco, la mamma subito pensa che sia malato, lo stesso se non riesce a star fermo.

Il movimento è funzione indispensabile alla crescita, altrettanto della nutrizione, della respirazione, del sonno, perchè:

  • agisce direttamente sullo sviluppo delle ossa, delle articolazioni, dei muscoli e dei tendini;
  • promuove la funzione motoria in tutte le sue componenti (nervosa, psichica, muscolare);
  • agisce sulla funzione cardio-circolatoria e respiratoria, su quella digestiva e di assimilazione e sul ricambio e l’eliminazione delle scorie

Il Movimento Danzante armonico o Mo.D.a. è imparare ad acquisire l’arte del movimento nelle differenti sezioni del corpo e nel corpo nella sua totalità, movimento intorno al proprio asse e nello spazio circostante, acquisendone sempre maggiore consapevolezza nei vari momenti della giornata, durante tutte le attività che svolgiamo quotidianamente.e_1453_02

e_1453_04La salute è prima di tutto:

armonia dello volgersi delle funzioni fisiologiche,

armonia del movimento dell’intero corpo,

armonia della psiche che si riflette nel corpo e viceversa.

La conquista della salute, intesa in questo modo, rappresenta un impegno quotidiano, una consapevolezza e una cura di sé che diventano parte di noi stessi in ogni momento. La gioia e la sicurezza di sé che derivano dall’essere capaci di sentire la vita che scorre in ogni più piccola parte del nostro corpo, costituiscono una ricompensa più che adeguata al piccolo sacrificio di dedicare poche decine di minuti nella giornata al movimento, al massaggio, al rilassamento. Ma ogni attività quotidiana può essere occasione di salutare esercizio, purchè la si svolga con la consapevolezza di sé: la posizione in cui lavoriamo o studiamo, il nostro modo di camminare, di stare seduti, di riposare, tutto è potenzialmente nocivo o, all’opposto, benefico: dipende solo dal modo in cui viene fatto.

I presupposti indispensabili all’armonia del fisico e della psiche sono:

  • la capacità di raggiungere un perfetto rilassamento per divenire coscienti del proprio corpo e conquistare la serenità della psiche
  • la capacità di imparare ad “auto-osservarci” come fossimo osservatori esterni di noi stessi e delle nostre azioni: nei vari momenti della giornata, durante le faccende di casa o nel lavoro, nei nostri rapporti con gli altri.

Queste pratiche si basano su tecniche semplici, che tuttavia vanno eseguite costantemente e correttamente ed all’inizio richiedono l’aiuto ed il sostegno di un esperto che utilizza, in questo caso, la tecnica del Mo.D.a..

Le parti del corpo che contengono gli organi interni (capo, torace, bacino) ed i quattro arti rappresentano le strutture delleonardo-da-vinci6 movimento e nel loro insieme formano l‘apparato locomotore, detto anche apparato muscolo-scheletrico in quanto è formato dallo scheletro e dai muscoli. Così come gli organi, i sistemi e gli apparati interni sono indissolubilmete legati tra loro e dipendono l’uno dall’altro per lo svolgimento delle proprie funzioni.

Allo stesso modo le strutture di movimento e sostegno formano un insieme funzionale unico e armonico, in cui ogni parte è legata alle altre e tutte sono legate agli organi interni, da cui dipendono per essere nutrite, per respirare, per essere coordinate.

E tutte concorrono a nutrire la mente da cui sono guidate. Perciò se la buona salute degli organi interni è indispensabile al funzionamento delle strutture di movimento, queste a loro volta influenzano gli organi interni e la mente che li coordina.

Il movimento è funzione indispensabile alla nostra vita,

perchè la vita possa svolgersi normalmente e per assicurarci una buona salute.

Avete mai provato a dover restare anche solo con un mignolo fasciato o immobile? Quante cose non si riescono a fare. E con una gamba o un braccio ingessati? E con un improvviso mal di schiena? E’ solo in queste situazioni che ci rendiamo conto, anche se solo parzialmente, di come parti del nostro corpo che ritenevamo poco utili, come un dito mignolo o che pensavamo del tutto slegate tra loro, come le gambe o le spalle, siano in realtà, parte di un grande, unico sistema che ci consente i mille e mille movimenti consci e inconsci di cui è fatta la nostra vita.

Impariamo ad apprezzarli, non rimarremo delusi!

Nota: dipinti di Fusco Antonella, Caciagli Daniela, Valori Mariella

Bibliografia:

– Libro “Natura, primo medico

PAOLA_OK copy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...