LA NOSTRA STORIA INIZIA CON ….UN BAMBINO di Paola Assunta Buccarella

 

bambini 1

 

giovanni XXIII “Tornando a casa, troverete i bambini. Date una carezza ai vostri bambini e dite: questa è la carezza del Papa”

(“il discorso della luna” di Papa Giovanni XXIII – 11 ottobre 1962)

 

 

 

Alza la tua manina, divino Bambino, e benedici questi tuoi piccoli amici, benedici i bambini di tutta la terra!”giovanni paolo II

(Lettera di Giovanni Paolo II ai bambini nell’anno della famiglia – 13 dicembre 1994)

 

Si dice sempre che i bambini rappresentano il nostro futuro e che dobbiamo amarli, rispettarli, accudirli.

Ed ogni anno ci prepariamo a celebrare il Natale, la festa di un Bambino, di un Neonato, perciò la festa di tutti i bambini della terra!

Però poi capita un evento che non ti aspetti, che non avresti mai immaginato che potesse accaderti e così da vicino: un bambino di 6 anni, parlando di un suo amichetto di 7, dice : “lui non si fa dare un bacio neanche dalla mamma!”. Allora mi accorgo che c’è qualcosa che non va. La nostra storia non ha inizio sempre con un rapporto delicato ed intenso tra un bimbo e la sua mamma? Cosa è successo? Cosa non ha funzionato? E’ forse venuto a mancare qualcosa?

Ho avuto la possibilità di notare, guardandomi attorno e ancora di più adesso che ho iniziato a lavorare con loro, che bambini e bambine di tutte le età ingurgitano qualsiasi cosa gli capiti sottomano, soprattutto la variante dolce: cioccolata, merendine, caramelle, quasi una sorta di droga per calmare ansia, frustazioni, tristezza, per affrontare la solitudine, per appagare i propri bisogni. E’ la più comune valvola di sfogo che “colpisce” tutti indistintamente.

bambina“I bambini saranno gli adulti di domani” diceva  Maria Montessori, per cui è nostro dovere educarli al mondo ma, primaditutto, dobbiamo imparare a rispettarli, rispettare le loro inclinazioni, le loro aspirazioni, essere per loro una guida, un esempio, ricordandoci che tutto quello che noi facciamo a loro, essi lo faranno ai loro figli e così via in una spirale che non ha mai fine.

Ricordiamoci di fare loro una carezza, di avere sempre pronta una parola gentile, di raccontare loro una dance disegni bimbifavola per farli addormentare, anche se torniamo la sera stanchi dal lavoro, nervosi, distratti; dedichiamo loro un poco del nostro tempo, condividiamo con loro i nostri interessi.

Ci accorgeremo presto che si tratta di un “rapporto alla pari”, di un dare e ricevere; i bambini sono la fonte di energia più pura che abbiamo costantemente a disposizione, tutto quello che loro hanno di “disarmonico” proviene dagli stimoli ambientali, dalle influenze esterne.

bambini che giocano a palla  Pur non potendo preservarli da quello che è la vita, possiamo tuttavia aiutarli e sostenerli nel loro cammino per diventare uomini e donne adulti, consapevoli di tutte le incredibili risorse che hanno a disposizione se imparano a trovare il loro equilibrio nel rapporto corpo-mente, a tirar fuori tutta la loro creatività,  a concretizzare le loro idee per il futuro, idee che hanno solo bisogno di tempo per svilupparsi  nel corso della loro crescita individuale .

 

 

children-74077_640

PAOLA_OK copy Paola Assunta Buccarella

Presidente dell’Associazione “il lupo e la farfalla”

Annunci

Un pensiero su “LA NOSTRA STORIA INIZIA CON ….UN BAMBINO di Paola Assunta Buccarella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...